Categories Corporate

Qualità per fare business

IL VERO FINE DI UN SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ? …FARE BUSINESS

Se sei un vero imprenditore o un serio responsabile dell’ufficio qualità nell’azienda in cui lavori, non puoi esimerti dal sostenere che l’obiettivo ultimo da perseguire per la tua azienda sia quello di offrire il meglio ai tuoi clienti, differenziarti dalla concorrenza e FARE BUSINESS.

Da quando è entrata in vigore la nuova edizione della norma ISO 9001 sento sempre più spesso dire che le aziende abbandoneranno la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità. Di fronte a tale affermazione, cercando di trovare qualche giustificazione, chiedo sempre quale sia la motivazione e le risposte che ricevo per la maggiore sono:

  • “la ISO 9001 ormai è superata”
  • “era di moda nei primi anni ma ora non serve a nulla”
  • “serve solo per partecipare agli appalti pubblici”
  • “sono soldi buttati, la qualità la faccio lo stesso”
  • “è tutto tempo perso a compilare un sacco di documenti”
  • “ci sono aziende non certificate che vendono più di noi e a prezzi più bassi”

…e potrei continuare finchè vuoi, ma la risposta che più mi irrita è questa: “c’è la crisi e l’azienda ci impone di ridurre i costi superflui”

Voglio sperare che tu sia tra quelli che ho citato all’inizio di questo articolo, se invece la pensi diversamente ti chiedo qualche minuto di pazienza e continuare a leggere quanto sto per dire, dopo di che potrai cambiare idea per fare business oppure aspettare impaziente che passi la crisi.

Partiamo da presupposto che non mi piacciono i “luoghi comuni” come:

  • Fare qualità significa soddisfare il cliente con un buon rapporto qualità/prezzo
  • La certificazione ISO 9001 serve solo per qualificarsi rispetto alla concorrenza
  • Non è necessario spendere in consulenze o formazione per fare qualità

Nella mia esperienza professionale  ho avuto modo di incontrare tantissime aziende, molte già con un sistema di qualità certificato, altre che mi hanno chiesto di accompagnarle nell’implementazione di un sistema per la qualità ed infine alcune che, dopo avermi chiesto un’offerta per la consulenza hanno deciso di non procedere o di farlo con concorrenti SOLO perché ad un prezzo più basso.

Oggi mi rivolgo ancora alle stesse aziende per proporre l’opportunità di adeguare il proprio sistema alla nuova edizione 2015 della ISO 9001, ma, fatta eccezione di aziende lungimiranti il cui scopo è migliorare per fare business, mi sento rispondere “se mi fai spendere poco ci penso e potrei farlo” oppure “non abbiamo messo a budget la spesa per questo adeguamento quindi ci penseremo più avanti”.

Queste risposte mi fanno capire come queste aziende non abbiano colto la vera opportunità di implementare un Sistema di Gestione per la Qualità secondo la norma ISO 9001:2015. Proprio così, ho detto OPPORTUNITA’ in quanto dovresti sapere che in questa nuova edizione gli standard di prodotto e servizio non costituiscono più il vertice del sistema, ma sono posti a valle di un complesso processo strategico pur rivolgendosi ancora principalmente al cliente, infatti, lo standard indirizza l’azienda a capire quali sono le opportunità da cogliere e i pericoli da evitare.

Se ancora non lo hai fatto leggi l’articolo precedente cliccando qui

e capirai come la norma ISO 9001 intende spronare tutte le aziende, anche quelle piccole e piccolissime tipiche del tessuto produttivo italiano, all’adozione di modelli e strumenti più oggettivi nell’identificazione delle strategie.

Una strategia è la descrizione di un piano d’azione di lungo termine usato per impostare e successivamente coordinare le azioni tese a raggiungere uno scopo predeterminato (cit. Wikipedia), eccoci quindi al punto di partenza, ovvero lo scopo per un’azienda, affinchè continui ad esistere, è quello di fare business.

Fare business non significa non soddisfare il cliente, anzi, significa saperlo soddisfare con un prodotto o servizio migliore, diverso di quello che potrebbe avere dai concorrenti, dunque anche ad un prezzo più elevato.

Tutto questo funziona se il sistema è implementato ed applicato secondo questa nuova impostazione, per questo in un’azienda, soprattutto se piccola o piccolissima, non ci sono le competenze organizzative e gestionali capaci di implementarlo. Diventa necessario affidarsi a consulenti capaci di interpretare i fabbisogni aziendali, rilevare i pericoli da evitare e strutturare una strategia di business attraverso un’organizzazione che attraverso un Sistema di Gestione per la Qualità la possa perseguire.

“È un costo” ti starai dicendo. Certo, lo è, e i consulenti preparati a volte costano anche molto, ma tutto dipende da:

  • se per te il Sistema Qualità è solo un “bollino” per identificare sulla carta intestata e sul sito web che sei bravo, probabilmente avresti già abbandonato la lettura d questo articolo, ma se sei ancora qui e la pensi comunque così, non hai bisogno di consulenti e continua ad aspettare che passi “la crisi” per riprendere a crescere.
  • se invece hai capito che una buona organizzazione ti aiuta a fare reddito la crisi la affronti e la superi, anche con l’aiuto di consulenti preparati, ma consapevole che sarà un investimento che si ripagherà perché farai business.

Come la pensi? Sarei lieto di sapere la tua opinione o di aiutarti a fare delle considerazioni per la tua azienda e il tuo business.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *